ADS TOP

Che cos'è il Legno?

Bosco
Il Legno è un materiale che unifica la storia dell’uomo e quella del mondo. La sua scoperta è un viaggio della materia prima fino alle variegate forme dell’abitare e del design. Il legno cresce nei boschi e nelle foreste di tutto il pianeta, e arriva nelle imprese e sui tavoli degli artigiani, che gli restituiscono una nuova vita trasformandoli in tavoli, sedie, armadi, comodini, violini e violoncelli, cucchiai, edifici, intere città, luoghi belli ed accessibili, dove il vivere diventa un buon vivere.
Il Legno è un materiale duro e resistente di origine vegetale, utilizzato come combustibile e come materiale da costruzione. Si ricava dai fusti delle piante, in particolare dagli alberi ma anche dagli arbusti, dalle conifere e dalle latifoglie, caratterizzate dall’avere fusto e rami che crescono concentricamente verso l’esterno di anno in anno e dall’avere i tessuti composti essenzialmente da cellulosa, emicellulosa e lignina. In botanica, il termine “legno” indica l'insieme dei tessuti vegetali che svolgono funzioni di sostegno per la pianta e sono responsabili del trasporto della linfa dalle radici alle foglie: comprende pertanto anche parti della pianta come le venature delle foglie. Le piante che non producono legno sono dette erbacee, e includono tutte le piante annuali, molte perenni e molte piante acquatiche subacquee e galleggianti. Il legno è prodotto dalla pianta come elemento strutturale, dalle ottime caratteristiche di robustezza e resistenza, ed è per questo impiegato utilmente dall'uomo.

tronchi sezionati
Esempio di tronchi sezionati e accatastati per l'essicazione.
Come già accennato, il legno è costituito da fibre di cellulosa trattenute da una matrice di lignina: il ruolo dell'emi-cellulosa non è stato ancora chiarito. Una volta tagliato, stagionato o essiccato, il legno viene utilizzato in svariati modi: fin dalle origini dell’umanità, e tutt’ora, per riscaldamento e cucina; per costruire strutture, in forma di tavole e travi; per la realizzazione di componenti per l’edilizia (parquet, perline, ecc.) e mobili; e, scomposto in fibre, per produrre la carta. Attualmente l'uso del legno è stato in molti casi sostituito da metallo e plastica. Sono anche impiegati derivati economici del legno al posto del legno classico, come, per esempio, il truciolare o il medium density fibreform (MDF).

Il legno è commercialmente classificato in “tenero” e “duro”.
  • Quello derivato dalle conifere (per esempio il pino o l'abete) è di tipo tenero.
  • Il legno delle angiosperme (ontano, rovere, noce) è duro.

Il legno proveniente da specie diverse ha diverso colore, diversa densità e diverse caratteristiche della venatura: a causa di queste differenze e ai differenti tassi di crescita, i differenti tipi di legno presentano differenti qualità e valore.
Per esempio il mogano, denso e scuro, è ottimo per gli intarsi e le finiture raffinate, mentre la balsa, leggera, soffice, dalla consistenza spugnosa facilmente intagliabile, è usato nella realizzazione di modellini.

Che cos'è il Legno? Che cos'è il Legno? Reviewed by Marco Bergo on 10 giugno Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.