ADS TOP

Struttura e Proprietà del Legno

testa legno
Esempi di tronchi di legno tagliati e fotografati di "testa".

Diverse parti caratterizzano le piante al loro interno, ognuna di queste con funzioni diverse. Nella zona più interna troviamo il midollo, il quale è solitamente poco differenziabile dal livello più esterno, chiamato durame. Più esternamente troviamo l’alburno, costituto da cellule vive che permettono il trasporto dei sali minerali dalle radici alle foglie. Responsabile della produzione di nuovo legno è lo strato successivo, chiamato cambio, il quale è seguito dal libro, sezione in cui sono contenuti i vasi che trasportano il nutrimento sintetizzato dalle foglie. Infine lo strato più esterno che protegge la pianta è la corteccia.
La composizione di una pianta cambia da vegetale a vegetale, ma generalmente le percentuali che la compongono sono del 2% di minerali, azoto e pigmenti, del 6% di Idrogeno, del 42% di Ossigeno e del 50% di Carbonio.


Il legno, utilizzato in svariati ambiti, possiede molteplici proprietà fisiche, tra cui:
  • La resistenza a trazione e compressione che varia a seconda della direzione della sollecitazione; infatti se il legno viene sollecitato nel senso delle fibre la resistenza è di gran lunga maggiore rispetto ad una sollecitazione trasversale; inoltre se aumenta l’umidità del pezzo aumenta anche la resistenza, in quanto si rafforza l’elasticità delle fibre.
  • La resistenza al fuoco che è ovviamente molto bassa, in quanto il legno è uno dei materiali più infiammabili: esistono tecniche però che aumentano questa resistenza come i trattamenti di “ignifugazione”, che consistono nell’applicare sulla superficie vernici che in presenza di calore producono gas incombustibili andando a ritardare la combustione.
  • La conducibilità termica ed elettrica: molto bassa, una caratteristica dovuta dalla sua bassa densità.
  • La resistenza chimica che è invece elevata: il legno viene infatti utilizzato in edifici posti in luoghi inquinati o nelle industri chimiche.


Infine i materiali legnosi si distinguono dagli altri materiali grazie alle loro proprietà estetiche; tra cui:
  • La porosità, molto importante per quanto riguarda la verniciatura del legno, infatti nello stesso pezzo si hanno porosità differenti, le quali donano venature e colorazioni particolari. Alcuni esempi sono i legni più teneri, i quali si imbevono più di quelli duri.
  • La venatura, data dal contrasto tra le zone tardive e quelle primaverili degli anelli annuali.
  • Il colore, in linea di massima peculiare per ogni essenza legnosa.

Struttura e Proprietà del Legno Struttura e Proprietà del Legno Reviewed by Marco Bergo on 17 giugno Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.